Come aggiornare il kernel su Ubuntu ad una versione 3.x


Aggiornare Ubuntu al kernel Linux 3.0

Molti utenti di Ubuntu hanno deciso di non aggiornare il proprio sistema operativo open source all’ultima versione disponibile (mentre scriviamo è la Oneiric Ocelot) per non rinunciare al proprio ambiente desktop preferito, vale a dire Gnome 2.

Questo perché la Oneiric porta con sé soltanto l’interfaccia Unity, da molti disprezzata e ritenuta poco intuitiva. Ecco perché gli stessi utenti desiderano allora aggiornare il kernel di Ubuntu, portandolo ad una delle versioni 3.x (3.0, 3.1 e via dicendo) di recente rilasciata.

Fermo restando che le novità non sono parecchie e soprattutto non sono particolarmente apprezzabili da un utente medio, è sempre bene passare al kernel più recente soprattutto per evitare pericolosi bug a basso livello (come ad esempio il surriscaldamento eccessivo del pc, che avveniva per molti utenti di Ubuntu 11.04).

Come fare dunque per aggiornare al kernel versione 3? I passaggi sono pochi e abbastanza semplici, anche se si potrebbe incorrere in qualche errore (in tal caso al riavvio è preferibile rientrare con il vecchio kernel).

Scarichiamo anzitutto i pacchetti necessari da questo link, salvandoli sul nostro desktop. apriamo un Terminale e digitiamo da riga di comando i seguenti comandi in sequenza (separando ogni riga con un Invio; verrà richiesta la password di amministratore):

cd Scrivania
sudo dpkg -i *.deb
sudo apt-get install -f

A procedura ultimata basterà infine riavviare il sistema. Per problemi e richieste come al solito potete lasciare un commento qui sotto. Altrimenti vi consigliamo di leggere la nostra sezione dedicata a Ubuntu Linux.

Lascia un commento o chiedici aiuto qua sotto...

Questo articolo ha ricevuto un commento. Commenta anche tu!

  1. andrea scrive:

    Chi non vuole abbandonare Gnome 2 sembra assomigliare agli utenti che si ostinano ad utilizzare windows xp per non cambiare le abitudini, sarebbe utile ricordargli che siamo nel 2011 !!!

© 2016 Amico Geek · Alcuni diritti riservati secondo licenza Creative Commons. In caso di riproduzione, citare espressamente la fonte tramite follow link.